R&B arabo

Buon mercoledì 💐🤩😘Anche oggi continuiamo il nostro fantastico viaggio attraverso la musica araba e  dei suoi vari stili da quale prendono vita…💫🎶L’altra volta vi ho parlato del genere Franco-Arabo,  quale genere invece conosceremo oggi?❓❔
L’R&B arabo, reggae e hip hop😎
Negli ultimi due anni c’è stato anche un aumento della musica araba influenzata da R&B, reggae e hip hop. Queste canzoni di solito presentano un rapper in una canzone tradizionale pop araba (come la canzone di Ishtar ‘Habibi Sawah’). La cantante marocchina Elam Jay ha sviluppato una versione contemporanea del genere gnawa che si fonde con l’R&B che ha chiamato Gnawitone Styla. Un’altra variante della gnawa contemporanea suonata in Marocco è stata introdotta dal gruppo Darga. Con sede a Casablanca, il gruppo fonde gnawa con il reggae. Artisti reggae impegnati politicamente come TootArd delle Alture del Golan siriane occupate e di Haifa (originariamente di Iqrit) hanno iniziato a guadagnare popolarità in Palestina nel 2011 dopo la première su YouTube di una canzone sulla primavera araba (principalmente la rivoluzione Tunisina), chiamata The Green Revolution, cantato da loro e da un gruppo di artisti palestinesi, tra i quali spicca Mahmoud Jrere del gruppo DAM. Notevole è Shadia Mansour, una rapper britannica palestinese nota come “La First Lady dell’hip hop arabo”. Gran parte della sua musica si concentra sulla causa palestinese.C’è anche il pop marocchino introdotto dal cantante marocchino Oussama Belhcen che si sta mescolando la musica americana e quella marocchina nelle sue canzoni.🎶
Tuttavia alcuni artisti hanno iniziato a utilizzare ritmi e stili di R&B e reggae completi come Darine. Ciò ha incontrato reazioni critiche e commerciali contrastanti. Al momento non è un genere molto diffuso.
Anche oggi vi propongo uno strumento musicale tipico:
L’Organo Elettrico Arabo.
L’organo elettrico (chiamato comunemente org in arabo, dal francese “orgue”) divenne molto popolare nella musica araba dalla fine degli anni ’60 e poi negli anni ’70. Il suo pioniere e superstar fu il pianista egiziano Magdi el-Husseini. L’organo fu alterato per poter suonare correttamente i quarti di tono (come per la fisarmonica) in modo da permettere di suonare la maggior parte delle scale dei maqamat. L’organo fu usato per suonare una combinazione di frasi melodiche e accordi semplici. L”organo e la chitarra elettrica hanno creato un suono distintivo che ha contrassegnato la musica araba di quel decennio.🎶🤩💃
L’artista di cui vi propongo un pezzo famosissimo  è  Ishtar ‘Habibi Sawah’.Ishtar, pseudonimo di Esther Bitton, nata Esther Zach il 10 novembre 1968, è una cantante israeliana naturalizzata francese.Ishtar è la figlia di un ebreo marocchino e di un’ebrea egiziana che si sono trasferiti in Israele dai loro paesi d’origine. Il suo nome d’arte si basa sulla pronuncia del suo nome di battesimo, Esther.
Si è trasferita in Francia all’età di 23 anni, e lì ha iniziato a cantare in locali e discoteche. Ha quindi incontrato il gruppo di musicisti Los Niños de Sara, con i quali ha fondato gli “Alabina”, di cui è stata la cantante dal 1996 al 2000.Nel 2000 Ishtar ha avviato la sua carriera da solista con il suo album di debutto La voix d’Alabina. Uno dei singoli estratti dall’album, C’est la vie, è stato un successo commerciale.
Anche questa canzone è molto particolare e soprattutto piacevole da ballare 🥰💃❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *